Sapone fatto in casa, 10 cose che devi sapere per auto produrlo!

Aggiornamento: 6 giorni fa


Vediamo se riesco ad andare con ordine senza perdermi nessun passaggio.


1. Il sapone è il risultato di un processo chimico che avviene attraverso l'unione di una parte grassa con la soda caustica. Il sapone solido si produce per mezzo della soda caustica, il sapone liquido per mezzo della potassa caustica.


2. Sono sicura che il vostro sguardo si sia posato per alcuni secondi sulla parola soda caustica. Ma, vi prego, non lasciatevi spaventare!

Senza la soda caustica non si genera il sapone, qualsiasi sapone voi troviate in commercio, sia artigianale o industriale, si produce a partire proprio dalla reazione chimica di cui sopra. Ai tempi antichi i primi saponi in realtà venivano prodotti attraverso la combinazione di grassa e cenere ma quello che ne usciva non era esattamente un prodotto adatto per la pelle umana. Con l'avanzare degli anni e delle scoperte si è arrivati alla soda caustica. Trattandosi di un prodotto fortemente alcalino vi avverto che deve essere maneggiato con coscienza, con le giuste precauzioni e con precise e semplici misure di sicurezza.


3. Misure di sicurezza: scarica la guida gratuita che ho preparato per te.


4. Il sapone ha un rango di pH che va dal 8 al 10. E' inutile incaponirci con 1000 formule e tentativi diversi, perché niente di tutto questo ci permetterà di abbassarlo, la presenza alcalina della soda ci lascerà in eredità questo grande limite dei saponi artigianali, un livello di pH decisamente basico.


5. E i vantaggi invece?

Un prodotto saponificato non ha bisogno di conservanti, l'alcalinità fa si che si mantenga bene nel tempo (sempre facendo attenzione agli ambienti umidi) e crea un ambiente in cui difficilmente i batteri troveranno le condizioni giuste per svilupparsi.



6. L'elaborazione dei saponi può avvenire con processo a caldo (un processo utilizzato più a livello industriale per la rapidità con cui si arriva al prodotto finito) oppure un processo a freddo che prevede, prima dell'utilizzo del sapone, un tempo di cura o riposo di minimo 4o giorni. Questo secondo processo è quello che definisce i saponi artigianali.


7. Il sapone artigianale è un prodotto di qualità perché gli oli vegetali che utilizziamo sono spremuti a freddo, sono vergini (il che significa che non hanno subito alcun trattamento ne prima ne dopo la spremitura) e bio.


8. Una buona formulazione nasce da una corretta combinazione di oli vegetali

Anche se è possibile utilizzare la nostra super mente brillante per fare i calcoli, internet ci viene in soccorso e ci semplifica di molto il lavoro attraverso quelle che si conoscono come calcolatrici di saponificazione, le più utilizzate:

9. Come aumentare il potere idratante ed emolliente del sapone? Esistono differenti tecniche di elaborazione (sconto della soda, surgrassanti o aggiunta di idratanti) che ci permettono di personalizzare la saponetta e di poter godere delle proprietà specifiche di alcuni oli vegetali definiti di lusso per le loro caratteristiche e anche per il loro prezzo.


10. Il sapone è un prodotto adatto a tutto il corpo?

Questa è una domanda ricorrente, in internet ci sono quantità di opinioni e considerazioni differenti e credo che ognuna di noi debba e possa farsi un'idea propria partendo, a mio parere da 3 concetti:

  • la conoscenza del rango di pH delle singole parti del nostro corpo;

  • che il sapone rimane un prodotto da risciacquo che non permane sulla superficie del nostro corpo per più di una manciata di secondi;

  • che il sapone può far parte di un kit più ampio di prodotti di igiene e cura del copro e pertanto il suo uso può essere alternato e intervallato.

Vuoi capire e conoscere le basi della formulazione artigianale dei saponi?

Contattami, insieme ci organizzeremo per un mini corso online secondo le tue necessità ed esigenze.

Apprenderai ad utilizzare gli oli vegetali, a maneggiare con cura la soda caustica e a personalizzare il tuo sapone con parti liquidi diverse, oli essenziali, piante, coloranti e additivi vari.

Comprenderai come utilizzare le calcolatrici citate sopra non senza aver compreso. però, la logica che c'è dietro la saponificazione. Apprenderai a formulare il sapone in base alle caratteristiche e alle qualità che tu vorrai dargli.


4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti